Ecological Lifestyles for CO2 Reduction

 

24.075.813 kg di CO2 non emessi in totale con un risparmio di 8.785.732 

 

Nike Air Max 97 High

Ristrutturo casa installando una caldaia a condensazione e riscaldamento a pavimento

 

Dal punto di vista tecnico, sia le caldaie standard che quelle a condensazione hanno gli stessi principi base di funzionamento. Confrontando due caldaie, naturalmente a parità di potenza, di combustibile utilizzato e di condizioni di utilizzo, la più efficiente dal punto di vista energetico sarà    
quella in grado di trasmettere una maggiore quantità di calore al fluido termovettore e quindi agli ambienti da riscaldare.    
Nelle  caldaie  standard  i  bruciatori  espellono  una  grande  quantità  di  fumi  prodotti  dalla combustione, che inquinano e fuoriescono a temperature molto alte (dell’ordine dei 100°C) sprecando all’esterno dell’edificio una gran quantità di calore.    
Nelle caldaie a condensazione, invece, i fumi prima di essere espulsi all’esterno della caldaia vengono convogliati in uno scambiatore di calore, all’interno del quale il vapore acqueo condensa a seguito del raffreddamento (circa 80 °C), per cui i fumi fuoriescono a temperature molto più    
basse rispetto ad una caldaia standard. La condensazione dei fumi permette di recuperare un’aliquota di calore che altrimenti sarebbe persa, il calore latente di condensazione, ossia quello ceduto dai fumi durante il passaggio da vapore a liquido dell’acqua che contengono.    
Il riscaldamento a pavimento non è più una novità, certo, soprattutto per quanto riguarda le nuove costruzioni. Per le ristrutturazioni ci sono ancora delle riserve che non riguardano né la reale efficienza di una tipologia di riscaldamento di questo tipo, né tanto meno le varie tecniche da    
poter adottare per mettere in opera un sistema del genere, giacché tutte sono ormai testate e perfettamente in grado di soddisfare ogni esigenza.

Prendendo in considerazione tutti i vantaggi, ormai indubbi, che il sistema offre, non solo in caso di riscaldamento, ma anche di raffrescamento in estate, si può senz’altro ritenere che tali scelte saranno, nell'immediato futuro, molto più frequenti.

Infatti, se la spesa iniziale è ampiamente ammortizzata in tempi ragionevolmente brevi grazie al tangibile grande risparmio energetico, cresce, al contempo, anche la consapevolezza di una scelta che contribuirà ad un maggiore comfort abitativo.

Senza considerare il fatto che questi sistemi non necessitano di manutenzione, in quanto i tubi sono privi di saldature e giunture e garantiti praticamente a vita dalle aziende produttrici.

Risparmio stimato in un anno: circa 284 euro / 545 Kg CO2 equivalenti

   

 

 

 

Air Zoom Pegasus 33
Categoria consiglio: